Biografia

Pittore vicentino, dipinge dal 1973. Ha raccolto una lunga esperienza nella pittura ad olio, incisione all’acquaforte e acquerello. Dal 1974 al 1976 partecipa al circolo “La Soffitta” di Otello de Maria. Alla Scuola Internazionale della Grafica a Venezia nel 1982, 1989, e 2000 frequenta i corsi di: Incisione sperimentale con il Maestro Riccardo Licata, Acquerello tenuto dal Maestro Luca Crippa e Affresco con Silvestro Lodi. Nel 1991 partecipa al corso di “Decorazione Murale” a Cibiana di Cadore con Vico Calabrò. Nel 1993 partecipa al corso di acquerello tenuto da Toni Vedù presso il centro culturale “Ossidiana”. Insignito di numerosi premi tra cui: 1^ rassegna naz.le pittura e grafica a Parma, 4° trofeo “Città di Como”, 6° oscar di Montecarlo, 1° premio Lyceum a Milano. Ha partecipato a diverse collettive fra le quali: Galleria dell’Incisione a Venezia, Studio Urso a Milano (presentata da Carlo Franza), Sala delle Volte a Palazzo dei Priori Assisi, Castello Inferiore di Marostica, Museo Le Bois du Cazier Marcinelle (Belgio), Biblioteca di Arzignano, “Miami meets Milano” a Miami Beach, Scuola Grande di San Teodoro a Venezia (presentata da Vittorio Sgarbi). Ha tenuto apprezzate mostre personali, per citarne alcune: Galleria Rainerum Bolzano, Galleria Bacchiglione Vicenza (presentata da Salvatore Maugeri), Sede Municipale di Chiampo (presentata da Secondo Pillan), Sede Municipale di Altissimo (presentata da Pier Antonio Trattenero), Biblioteca di Asolo (presentata da Paolo Dal Maso), Sede Municipale di Fonte, Villa Thiene a Quinto Vicentino, Palazzo Pisani a Lonigo, Villa Gualdo Montegalda (presentata da Renzo Zoia), Sede Municipale di Sovizzo (presentata da Maria Lucia Ferraguti). Ha insegnato ai corsi di acquerello nella Scuola d’Arte di Chiampo. E’ stato pubblicato in diversi volumi e riviste tra cui: “Arte Mercato” Milano, “Il Quadrato” Milano, “Catalogo degli Artisti del Veneto”, “Comanducci” Milano, “Miami meets Milano. International art exhibition” Milano, “Il Dafne” Arzignano, “La Mainarda” Cologna Veneta, “Il Basso Vicentino” Noventa Vicentina. Negli anni si è specializzato nella tecnica dell’acquerello impiegata già dai Maestri italiani del Rinascimento. L’acquerello ebbe il suo periodo d’oro in Olanda nel Seicento, in Inghilterra è stato utilizzato da grandi artisti quali Turner e Constable. Tecnica assai difficile perché caratterizzata da rapidità di esecuzione e impossibilità di ripensamenti. Vaccaretti sfrutta peculiarità dell’acquerello quali “momenti” ed effetti del tutto originali che vengono gestiti con maestria al fine di realizzare ampie vedute e paesaggi poetici.